venerdì 26 ottobre 2007

Morte di un frigorifero -atto primo-

Stamattina nemmeno il sole ha fatto capolino nella Casa dei Gatti, conscio della tragedia ivi consumata nottetempo: Frigorifero ha lasciato i Gatti.
Probabilmente è spirato per raggiungere gli altri frigoriferi in un paradiso no-frost, dove la corrente è sempre disponibile e nessun padrone decide di conservare al tuo interno un formaggio particolarmente puzzolente. Un luogo fatato dove la polvere non esiste, in cui esiste il divieto assoluto di decorare gli elettrodomestici con calamite orrende, disegni di infanti prodigio e messaggi vacui.

Il primo ad accorgersi della dipertita di Frigorifero è stato Gatto che ieri sera ha annunciato, ad una Zampetta distesa in stato semi-comatoso sul letto:
"Frigorifero si deve essere rotto"
"mmmmm?"
"C'è in giro un sacco d'acqua ed è caldo all'interno"
"...si starà autosbrinando" ha bofonchiato Zampetta dormendo

A dire il vero Zampetta aveva capito benissimo, ma le mancavano completamente le forze per affrontare una prematura perdita di Frigorifero. Dopo una breve ed intensa preghiera alle forze cosmiche dell'universo è sprofondata in un sonno senza sogni.

Stamattina, avvicinandosi al cadavere di Frigorifero, Zampetta sapeva già che avrebbe trovato conferma delle tetre parole della notte precedente. Una rapida apertura, un'autopsia veloce e infine la dichiarazione del decesso: proprio un modo meraviglioso di iniziare la giornata.

1 commento:

Soulbrighter ha detto...

Be', che dire, condoglianze!
Cmq indagate bene, potrebbe essersi suicidato perché l'avete lasciato troppo solo! :-P
Marco